Il Serpente Volante – V.M. Samael Aun Weor

Ho le lacrime agli occhi e mi si spezza il cuore, perchè mi è necessario parlare di cose di cui non dovrei parlare, perchè è come gettare margherite ai porci. Ma la povera umanità dolente ne ha bisogno e quindi mi vedo nell’angustia di dire alcune cose sul Serpente volante.

L’Uccello Serpente

Nel “Popol Vuh” dei Maya, l’UCCELLO e il SERPENTE figurano come CREATORI SESSUALI dell’Universo. Tepeu e Cucumaz inviano uno Sparviero nell’immenso mare della GRAN VITA, affinchè porti il Serpente, con il cui sangue meraviglioso impastano il granoturco giallo e bianco. Dice il “POPOL VUH” che con questo impasto di mais bianco e giallo mescolato con il sangue del SERPENTE, il DIO TZACOL formò la carne della gente. L’UCCELLO rappresenta lo SPIRITO UNIVERSALE DI VITA; il SERPENTE rappresenta il FUOCO SESSUALE del TERZO LOGOS. IL SANGUE DEL SERPENTE indica le Acque della Genesi, il GRANDE SPERMA UNIVERSALE, L’ENS SEMINIS O SEME CRISTONICO nelle cui acque c’è il germe di ogni vita. Secondo la filosofia maya, queste acque sono il sangue della Terra. La DEA COATLICUE è la Madre della Vita e della Morte (L’ENS SEMINIS).

Il FUOCO SESSUALE del TERZO LOGOS rende realmente feconde le Acque della Vita affinchè sorga l’Universo.

Nella TEOGONIA MAYA, nella creazione intervengono due Dei, uno che dà la vita e la forma all’uomo e l’altro che gli dà la Coscienza. Il Terzo Logos rende feconde le Acque della Vita e, quando sono state fecondate, interviene il SECONDO LOGOS che infonde la COSCIENZA in tutti gli organismi. I veicoli d’azione di tutte le FORZE LOGOICHE sono gli DEI INEFFABILI.

Lo sparviero H’ CH’ UUY, il PAPPAGALLO MO, il falchetto X’ CEN CEN BAC, IL TAPIRO TZIMINK AAX e il serpente CAN sono i fattori basilari dei miti geogenici MAYA. Questi simboli vengono utilizzati exotericamente ed ESOTERICAMENTE. Nel campo exoterico o pubblico essi simboleggiano fatti di tribù, eventi storici, eccetera; nell’aspetto ESOTERICO o SEGRETO, la questione è altamente scientifica, profondamente filosofica, sublimemente artistica e tremendamente religiosa.

Tra i MAYA il Paradiso Terrestre è TAMOANCHAN, il luogo SACRO dell’UCCELLO-SERPENTE. GLI INIZIATI DEL SERPENTE, di fatto sono TAMOANCHAN. Il mito dei TAMOANCHAN è quello dell’UCCELLO-SERPENTE. I TAMOANCHAN discendono dai TOLTECHI, dagli ULMECHI e dai MAYA.

Dopo molte difficoltà, gli AZTECHI arrivarono al LAGO TEXCOCO, simbolo del SEME CRISTONICO, dove trovarono l’Uccello e il Serpente, l’Aquila e il SERPENTE. Fu degli Aztechi l’alto onore di aver fondato la GRANDE TENOCHTITLAN basandosi sulla Sapienza del Serpente.

Il Serpente Piumato parla chiaramente dell’UCCELLO-SERPENTE. Il Serpente Piumato fu identificato con QUETZALCOATL, il CRISTO MESSICANO. QUETZALCOATL è sempre accompagnato dai SIMBOLI SACRI dell’AQUILA e del SERPENTE; il SERPENTE PIUMATO dice tutto. L’AQUILA DELLO SPIRITO E IL SERPENTE DI FUOCO ci trasformano in DEI.
Il QUETZAL dei MAYA è il Serpente Piumato, l’UCCELLO-SERPENTE. Il caduceo di Mercurio

Il caduceo di Mercurio simboleggia il midollo spinale con i suoi due serpenti che indicano i canali di IDA e PINGALA attraverso i quali gli atomi solari e lunari salgono fino al cervello. Essi sono i diesis e i bemolle del GRANDE FA che risuona in tutto il creato.

L’AKASHA ascende come Fuoco FIAMMEGGIANTE attraverso il canale midollare, mentre i due poli della sua energia fluiscono per Ida e Pingala. Dai due canali che si attorcigliano alla SPINA DORSALE come serpenti e dal canale midollare, nasce una circolazione che parte dal condotto centrale per poi distribuirsi in tutto l’organismo.

Ida e pingala partono dagli organi sessuali. Ida è a sinistra del canale midollare e Pingala a destra; nella donna quest’ordine è invertito. Le linee terminano nel MIDOLLO ALLUNGATO. I due cordoni sono SEMIETERICI, SEMIFISICI e corrispondono alle dimensioni superiori dello spazio.

Le ali ignee

Quando gli atomi solari e lunari si uniscono alla base della spina dorsale, il Serpente igneo dei nostri magici poteri si risveglia. Egli sale lentamente tra le delizie ineffabili del MATRIMONIO PERFETTO. Il Serpente gode con l’INCANTO DELL’AMORE.

Quando il Serpente arriva all’altezza del cuore, riceviamo le ALI IGNEE, le ALI del CADUCEO DI MERCURIO; il Serpente allora HA LE PIUME. Questo è QUETZAL, l’UCCELLO-SERPENTE, il SERPENTE PIUMATO.

Ogni INIZIATO che si trasforma in UCCELLO-SERPENTE può VOLARE verso i MONDI SUPERIORI, può entrare nelle diverse regioni del Regno, può viaggiare in CORPO ASTRALE a VOLONTà, può VIAGGIARE CON I VEICOLI SUPERASTRALI, PUÒ VIAGGIARE CON IL PROPRIO CORPO FISICO ATTRAVERSO LA QUARTA DIMENSIONE. È UN UCCELLOSERPENTE.

IL SERPENTE-UCCELLO può fuggire da un sepolcro sigillato, può camminare sulle acque come dimostrò GESÚ IL CRISTO, può attraversare una roccia da lato a lato senza riceverne alcun danno, come dimostrarono i DISCEPOLI DI BUDDHA, può VOLARE nell’aria con il proprio corpo fisico, ecc.

FARAON

Ida è femminile e Pingala è maschile. Qui troviamo i diesis e i bemolle del GRANDE FA che risuona nella natura. FA corrisponde agli atomi solari, RA agli atomi lunari, ON al FUOCO FIAMMEGGIANTE che sale dal CANALE CENTRALE. È necessario imparare a suonare questi diesis e questi bemolle con il possente MANTRAM FARAON per uscire in CORPO ASTRALE coscientemente e positivamente.

Con i MANTRAM di questi diesis e bemolle possiamo uscire in corpo astrale.

In EGITTO, quando l’INIZIATO riceveva le ALI IGNEE, era decorato nel tempio con un paio d’ali che venivano fissate sulla tunica all’altezza del cuore.

Quando Gesù di Nazareth aprì le sue ALI IGNEE, fu decorato personalmente dal faraone d’Egitto.

La posizione in cui GESÚ si adagiava per uscire in astrale era simile a quella del CHAC MOOL ma senza cuscini, con la testa ben bassa, le piante dei piedi sul letto, le gambe piegate, le ginocchia sollevate. Così il GRANDE IEROFANTE si addormentava suonando la sua meravigliosa lira della spina dorsale. Il MANTRAM FARAON si divide in tre sillabe, così: FA-RA-ON. Il FA è quello della scala musicale, il RA è come un suono grave e dev’essere vocalizzato con la doppia R, ON ci ricorda il MANTRAM INDIANO “OM”, solo che in questo caso ha la consonante N, invece di avere la M. Possiamo dare al MANTRAM FARAON tutta l’intonazione generale del GRANDE FA che risuona in tutto il creato.

Consigliamo di vocalizzare mentalmente. Il discepolo deve addormentarsi cantando questo Mantram, mentre si concentra sulle PIRAMIDI D’EGITTO con l’IMMAGINAZIONE e la VOLONTà. Sono necessari esercizio e molta pazienza.

Il Serpente volante

I MAGHI BIANCHI e i MAGHI NERI utilizzano il SERPENTE VOLANTE per viaggiare in corpo astrale o con il corpo fisico in stato di JINAS.

I MAGHI BIANCHI, in PROFONDA MEDITAZIONE, sanno PREGARE e supplicare il SERPENTE DI BRONZO affinchè li TRASPORTI in qualsiasi luogo della Terra e del Cosmo, e il Serpente volante li TRASPORTA.

I MAGHI NERI pregano il SERPENTE TENTATORE DELL’EDEN ed esso li porta nell’abisso o nei saloni di stregoneria o ai sabba, ecc.

IL SERPENTE DI BRONZO SALE A TTRA VERSO IL CANALE MIDOLLARE. IL SERPENTE TENTATORE SCENDE DAL COCCIGE VERSO GLI INFERNI ATOMICI DELLA NATURA; questa è la coda di SATANA: i DIAVOLI hanno il potere nella coda.

Benedetta sia la Divina Madre Kundalini! Benedetti quelli che volano con il potere della MADRE ADORABILE!

DISGRAZIATI QUELLI CHE SI MUOVONO CON IL POTERE DI SANTA MARIA (IL SERPENTE TENTATORE DELL’EDEN, IL KUNDALINI CHE SCENDE). Infelici quelli che volano con il potere tenebroso di SANTA MARIA, per loro ci sarà l’abisso e la MORTE SECONDA.

Stato di Jinas

Il punto è una frazione trasversale della linea, la linea è una frazione trasversale del piano, il piano è una frazione trasversale del corpo, il corpo è la FRAZIONE TRASVERSALE di un corpo TETRADIMENSIONALE, cioè a QUATTRO DIMENSIONI.

Ogni corpo è TETRADIMENSIONALE, ha quattro dimensioni. La quarta coordinata o quarta verticale è il fondamento basilare di ogni meccanica. Lo spazio intermolecolare corrisponde alla quarta dimensione.

In questo mondo TRIDIMENSIONALE (lungo, largo e alto) non vediamo mai un corpo completo: vediamo solo lati, piani, angoli, ecc. La percezione è quindi incompleta e SOGGETTIVA.
Nella QUARTA DIMENSIONE la percezione è OGGETTIVA; lì vediamo i corpi davanti, dietro, sopra, sotto, dentro, fuori, cioè COMPLETI. Nella QUARTA DIMENSIONE tutti gli oggetti appaiono completi SIMULTANEAMENTE, la percezione è OGGETTIVA.

Con il potere del SERPENTE VOLANTE possiamo togliere il corpo fisico dal MONDO DI TRE DIMENSIONI e portarlo nella QUARTA DIMENSIONE. In stati più avanzati possiamo portare il corpo fisico nella quinta o nella sesta dimensione.

Serpenti che volano

Se visitiamo la regione di Madgalena, in Colombia, scopriamo con stupore SERPENTI CHE VOLANO. Nelle selve di questa regione esistono stregoni che sanno mandare serpenti volanti alle loro odiate vittime. I procedimenti usati da questi stregoni sono veramente straordinari. In genere, costoro, si dedicano al lavoro di curare le persone morse dai serpenti velenosi che sono così abbondanti nel tropico. Ci sono molti stregoni-guaritori che curano la gente morsa da serpenti; c’è pure molta rivalità nel mestiere e la guerra misteriosa tra questi stregoni è molto intensa. Vivono in lotta per questioni di mestiere; gli stregoni spesso usano la quarta dimensione per TELETRASPORTARE un certo tipo di serpenti artificiali nella dimora dei loro nemici. Il procedimento è semplice e stupefacente nello stesso tempo. L’elemento che lo stregone utilizza per fabbricare serpenti è la fibra vegetale della corteccia tratta dal TRONCO del banano, detto anche “platano”; tale fibra, trasformata in una piccola corda di appena uno o due metri, si trasforma in un serpente artificiale. Lo stregone fa sette nodi alla fibra vegetale di questo tronco, come per simboleggiare le sette Chiese della Serpe e poi cammina recitando le sue orazioni magiche e segrete. L’APICE finale della operazione magica è l’istante in cui lo stregone, pieno di frenesia, lancia la fibra vegetale nello spazio: essa, penetrando nella quarta dimensione, si trasforma in serpente. Il fatto più grave è che questo serpente volante cade nuovamente nella terza dimensione, ma lontano, nella casa dell’odiato nemico. Di solito gli stregoni preparano il corpo con ERBE speciali per difendersi dai propri nemici. La fibra vegetale che essi usano per i loro atti criminali prende il nome indigeno di “MAJAGUA DE PLATANO”. Non c’è dubbio che questi stregoni, PER REALIZZARE QUESTI ATTI CRIMINALI, USANO IL POTERE DEL SERPENTE TENTATORE DELL’EDEN (LA SERPE CHE SCENDE).

Se questi stregoni possono fare meraviglie come trasformare una fibra vegetale in un SERPENTE VOLANTE, immaginate cosa potrà fare un MAGO BIANCO con il suo SERPENTE VOLANTE? IL SERPENTE VOLANTE DEL MAGO BIANCO è il KUNDALINI. IL MAGO BIANCO È REALMENTE SERPENTE-UCCELLO, SERPENTE CHE VOLA.

I sette centri del SERPENTE SONO ONNIPOTENTI; IL SERPENTE CON LE ALI è qualcosa di formidabile. Con il potere dell’Uccello-Serpente il Mago può diventare invisibile quando vuole, viaggiare nell’aria dopo essere entrato nella QUARTA DIMENSIONE, apparire e scomparire tra lo stupore della gente, scatenare tuoni e uragani, placare tempeste, resuscitare i morti, trasmutare il piombo in oro, curare infermi con la imposizione delle mani, alzarsi dal sepolcro al terzo giorno e conservare il proprio corpo per milioni di anni. Il SERPENTE-UCCELLO è IMMORTALE, ONNIPOTENTE, SAGGIO, AMOROSO e TERRIBILMENTE DIVINO.

I guardiani dei TEMPLI DEI MISTERI sono SERPENTI DI FUOCO. Con il potere del SERPENTE-UCCELLO possiamo trasportarci in altri pianeti all’infinito.

I doppi

Nelle nostre opere abbiamo insegnato vari sistemi per l’USCITA in CORPO ASTRALE. Molte
persone hanno imparato ad uscire e molte non hanno imparato. Alcuni hanno letto nei nostri libri una chiave, l’hanno compresa, l’hanno messa in pratica e hanno IMMEDIATAMENTE imparato ad uscire in CORPO ASTRALE; molte altre persone hanno praticato un sistema o l’altro senza aver ottenuto nulla.

In pratica abbiamo potuto verificare che gli INDIVIDUI molto intellettuali, pieni di cultura libresca (I TOPI DI BIBLIOTECA), non riescono ad uscire in CORPO ASTRALE quando vogliono. In compenso la gente molto semplice, gli umili contadini, le povere domestiche, lo fanno a meraviglia. Questo ci ha dato molto da pensare, per cui abbiamo studiato attentamente il problema. La realtà è che l’uscita in corpo astrale non è di tipo intellettuale; l’uscita astrale corrisponde piuttosto al SENTIMENTO ed alla EMOZIONE SUPERIORE. Queste qualità sono legate al cuore e non al cervello. L’intellettuale si polarizza esageratamente nel cervello e, di fatto, abbandona il MONDO DEL CUORE; il risultato della sua mancanza di equilibrio è la perdita dei poteri PSICHICI DELL’ANIMA. Purtroppo non si può ottenere una facoltà senza la perdita di un’altra; chi sviluppa l’intelletto, lo fa a spese delle facoltà psichiche. Il problema è grave perchè non possiamo approvare in modo alcuno l’IGNORANZA e l’ANALFABETISMO; è logico che la cultura intellettuale è necessaria. L’IGNORANZA conduce ad errori molto gravi; un occultista analfabeta ed ignorante può trasformarsi in un MITOMANE o in un CALUNNIATORE del prossimo e, nel peggiore dei casi, in un assassino. Nel mondo astrale ci sono i DOPPI PERVERSI delle persone SANTE; di fronte all’ANGELO ANAEL c’è il suo DOPPIO PERVERSO, il terribile demonio LILITH; di fronte ad ELOHIM GIBOR c’è il terribile demonio ANDRAMELEK; di fronte ad ogni cittadino del bene c’è un cittadino del male. Il lato peggiore è che l’apparenza del doppio è esattamente uguale al modello di luce. Se un ADEPTO insegna MAGIA BIANCA, il suo doppio, l’ADEPTO NERO, oltre ad essere del tutto simile nella fisionomia, nei modi e negli atteggiamenti, ecc., insegna MAGIA NERA. Ciò è gravissimo e l’occultista IGNORANTE può confondere una cosa per un’altra e trasformarsi di fatto in calunniatore della brava gente e, ripetiamo, addirittura in assassino. Un occultista ignorante che trova sua moglie in astrale con un amico, se per disgrazia è schizofrenico o nevrastenico, può assassinare l’amico e la moglie: e la sua ignoranza non gli permette di comprendere che ha visto un paio di DOPPI, oppure ha visto un fatto di un passato RITORNO, ecc. Qualcuno è geloso e suppone che la moglie lo tradisca con qualche conoscente o sconosciuto; può allora proiettare la sue forme pensiero e vederle poi nel MONDO ASTRALE. Se il soggetto è un NEVRASTENICO o uno SCHIZOFRENICO che, nonostante sia ignorante, sa uscire in corpo astrale, può prendere sul serio tutto ciò che ha visto e poi assassinare, confuso dalla gelosia e dalle visioni. Essendo ignorante, non comprende che ha visto le proprie forme mentali proiettate inconsciamente. Tutto questo ci porta alla conclusione che la cultura intellettuale è necessaria. Ora, l’importante è sapere come riconquistare le facoltà PSICHICHE perdute. Un uomo con un brillante ed ILLUMINATO INTENDIMENTO e con tutte le proprie facoltà psichiche in piena attività è DI FATTO E DI DIRITTO un VERO ILLUMINATO. L’OCCULTISTA ha bisogno di stabilire un perfetto equilibrio tra la MENTE e il CUORE; quando la mente si è congelata troppo nel cervello, l’USCITA volontaria in CORPO ASTRALE diventa completamente impossibile perchè c’è uno squilibrio. È urgente quindi che gli OCCULTISTI INTELLETTUALI ristabiliscano l’equilibrio tra la MENTE e il CUORE; fortunatamente esiste una tecnica per RISTABILIRE l’equilibrio perduto: la MEDITAZIONE INTERIORE.

A tutti gli intellettuali che ci scrivono dicendo che non sono riusciti ad uscire in corpo astrale con le CHIAVI che abbiamo insegnato, prescriviamo una buona dose giornaliera di MEDITAZIONE INTERIORE; è urgente che bevano il VINO DELLA MEDITAZIONE dalla coppa della PERFETTA CONCENTRAZIONE.

Il cardias

IL CARDIAS È IL CENTRO MAGNETICO DEL CUORE. Questo CENTRO è meravigliosamente descritto nei versetti, dal 22 al 27, del “SHATCHAKRA NIRUPANA”. Vediamo: “Il loto del cuore è del colore del fiore banadhuka e nei suoi dodici petali ci sono le lettere Ka Tha con Bindhu su di esse, di color vermiglio. Nel pericarpio c’è l’esagonale Vayu Mandala di color grigiofumo e, sopra, il Suryva Mandala con il Tricona che risplende come se avesse nel suo interno dieci milioni di raggi splendenti. Su di lui c’è il Vayu Bija di color del fumo, seduto su di un’antilope nera, con quattro braccia e che impugna lo sprone (ANGUSHA). Nel grembo di Vayu Bija c’è Isha dai tre occhi; come Hangsa (Hangsabha) tende le braccia nel gesto di concedere doni e di far svanire il timore. Nel pericarpio di questo loto e seduta in un loto, c’è la Shakti Kalini; ha quattro braccia e porta il nodo scorsoio (Pasha), il teschio (Kapala) e fa segno di concedere doni e di far svanire il timore. È di color dorato con vesti gialle, ornate con ogni sorta di gioielli e una ghirlanda di ossi; il suo cuore è reso soave dal nettare. In mezzo a Trikoma c’è Shiva nell’aspetto di Vana Linga con la mezzaluna e Bindu sulla sua testa; è di color dell’oro, il suo sguardo è gioioso e denota impetuoso desiderio. Sotto di lui c’è Hangsa simile a un JIVATMA; è come la tranquilla fiamma di una lampada. Sotto la base di questo loto c’è il loto rosso DI OTTO PETALI CON IL CAPO VOLTO VERSO L’ALTO”.

“Nel loto rosso c’è l’albero Kalpa, l’altare ingioiellato con una tendina e ornato con bandiere. È il luogo del culto mentale”.

La descrizione indostana di questo chakra è meravigliosa. Vengono menzionati il numero dei petali, il principio dell’aria (Vayu), Shiva, la forza sessuale con il lingham e la mezzaluna ecc.; il cuore è indicato come l’ALTARE DEL CULTO MENTALE, il centro meraviglioso della meditazione. Sul paragrafo indostano sopra trascritto si potrebbero scrivere molti volumi.

Il CARDIAS è il centro magnetico in relazione con i viaggi astrali. Chi vuole conquistare il potere di USCIRE VOLONTARIAMENTE IN CORPO ASTRALE, deve CAMBIARE TOTALMENTE IL SUO TIPO DI VIBRAZIONE. Questo è possibile solo sviluppando il CARDIAS.

L’uscita astrale è alquanto EMOTIVA e SENTIMENTALE; il freddo intelletto non ha niente a che vedere con le USCITE IN CORPO ASTRALE. Il cervello è LUNARE, il cuore è SOLARE.

Per uscire volontariamente in corpo astrale, è necessaria l’EMOZIONE SUPERIORE; un certo tipo di EMOTIVITà, il SENTIMENTO, una SUPERSENSIBILITà molto particolare e il sonno combinato con la meditazione. Queste qualità si ottengono solo con lo sviluppo del CARDIAS.

Lo SHIVA SAMHITA, parlando del CARDIAS, dice: “Lo yogi acquisisce conoscenze immense, conosce il passato, il presente e l’avvenire; ha chiaroveggenza e chiaroudienza e può andare attraverso l’aria dove gli piace. Vede gli ADEPTI e le DEE YOGI, ottiene la facoltà chiamata KHECHARI e vince le creature che si muovono nell’aria”. Chi medita quotidianamente sull’occulto BANALINGA ottiene senza dubbio le facoltà psichiche chiamate KHECHARI (MUOVERSI NELL’ARIA IN CORPO ASTRALE, O ACQUISIRE ANCHE IL POTERE DI PORRE IL CORPO IN STATO DI JINAS) E BHUCHARI (ANDARE QUANDO VUOLE IN OGNI LUOGO DEL MONDO).

Pratica

Il devoto deve CONCENTRARSI sul proprio cuore, immaginando che lì ci siano tuoni e fulmini, nubi che volano e che si perdono nel tramonto, spinte da forti uragani. Lo gnostico immagini molte aquile che volano nello spazio infinito che sta dentro, molto dentro il suo cuore; immagini i boschi profondi della natura pieni di sole e di vita, il canto degli uccelli e il sibilo dolce e tranquillo dei GRILLI del bosco. Il discepolo si addormenti immaginando tutto questo. Immagini ora che nel bosco ci sia un trono d’oro dove siede la DEA KALINI, una donna davvero divina; lo gnostico si addormenti meditando su tutto questo, IMMAGINANDO tutto. Pratichi un’ora al giorno e se pratica due o tre ore al giorno, tanto meglio; può praticare seduto su una comoda poltrona, o sdraiato al suolo, o sul proprio letto, con le braccia e le gambe aperte a destra e a sinistra a forma di stella a cinque punte. Il sonno deve combinarsi con la meditazione; bisogna avere moltissima pazienza. Queste meravigliose facoltà del CARDIAS si ottengono con pazienza infinita. Gli impazienti, quelli che vogliono tutto rapidamente, quelli che non sanno perseverare per tutta la vita, è meglio che si ritirino perchè non sono adatti. I poteri non si ottengono giocando; tutto costa, non ci viene regalato nulla.

Il tempio del Serpente Uccello

IL CUORE È IL TEMPIO DEL SERPENTE-UCCELLO. È necessario sapere amare. IL SERPENTE-UCCELLO officia nel TEMPIO del CUORE TRANQUILLO. È URGENTE ESSERE DIVORATI DAL SERPENTE; chi viene divorato dal SERPENTE si trasforma di fatto in SERPENTE-UCCELLO. Solo la MAGIA SESSUALE e l’AMORE DEL CUORE risvegliano il SERPENTE che poi ci divora. Quando il SERPENTE arriva all’altezza del cuore riceve le ALI IGNEE, ed allora si trasforma in SERPENTE-UCCELLO.

È URGENTE saper vivere la vita CONIUGALE. Le liti tra sposi sono di SATANA; egli lotta contro il SERPENTE-UCCELLO, vuole danneggiare la GRANDE OPERA. È indispensabile comprendere che è necessario tollerare i difetti del coniuge, perchè nessuno è perfetto. Il lavoro nella Forgia accesa di Vulcano vale più di tutti i difetti del coniuge. È una sciocchezza gettar via tutto il lavoro per far piacere a Satana. Nel CUORE c’è il TEMPIO del SERPENTE PIUMATO e non dobbiamo profanarlo peccando contro l’AMORE. Il sentiero del MATRIMONIO PERFETTO è SAGGEZZA e AMORE.

Dobbiamo amare coscientemente, dobbiamo adorare i nostri peggiori nemici, rendere bene in cambio di male. Così, sapendo amare, ci prepariamo per la FESTA DEL CUORE TRANQUILLO.

Ermete Trismegisto, nella sua “Tavola Smeraldina”, disse: “TI DO AMORE NEL QUALE C’È TUTTO IL SOMMO DELLA SAPIENZA”.

Altro tipo di intimoritori

Ci sono molti PSEUDO-OCCULTISTI e PSEUDOESOTERISTI CHE AGITANO SPAURACCHI contro le uscite volontarie in corpo astrale. Mettere paura alla gente riguardo all’uscita in corpo astrale è falso e dannoso per la GRANDE OPERA DEL PADRE. In realtà, l’uscita in corpo astrale non comporta alcun pericolo, perchè tutti gli esseri umani escono in corpo astrale durante le ore del normale sonno. Disgraziatamente, la gente va in corpo astrale con la Coscienza addormentata; la gente non sa uscire volontariamente in corpo astrale. Non esiste alcun pericolo nel diventare coscienti delle proprie funzioni naturali, come mangiare, bere, sposarsi e uscire in corpo astrale; tutte queste sono funzioni completamente naturali. Se l’uscita in corpo astrale fosse pericolosa come i PROPAGATORI DI PAURE affermanonon ci sarebbe più gente viva sulla Terra, perchè tutti ESCONO IN CORPO ASTRALE e, ciò che è peggio, lo fanno con la Coscienza addormentata; tuttavia non succede nulla, e allora?

Attualmente il pianeta Mercurio sta uscendo da una notte cosmica e man mano che esce dal suo stato di RIPOSO, le Gerarchie di tale pianeta diventeranno sempre più attive. I Signori di Mercurio si propongono di insegnare praticamente agli abitanti della Terra l’arte di entrare ed uscire volontariamente dal corpo fisico; in futuro ogni essere umano dovrà uscire coscientemente in corpo
astrale. Questa è dunque una legge della natura, un COMANDAMENTO COSMICO, e qualunque cosa si opponga a questa legge è DELITTO. In realtà quelli che agitano questo tipo di SPAURACCHI, quando propagano questo particolare genere di paure, agiscono inconsciamente come MAGHI NERI.

L’obiettivo speciale dello Spirito Universale di Vita è di rendersi AUTOCOSCIENTE in tutte le dimensioni dello spazio. All’inizio, lo Spirito Universale di Vita NON CONOSCE se stesso; è felice, ma non ha coscienza della propria felicità. La felicità senza coscienza di se stessa non è felicità. Lo Spirito Universale di Vita scende fino alla materia per prendere coscienza di SE STESSO; la GRANDE REALTà sorge dal proprio seno nell’aurora di ogni Universo e contempla se stessa nello specchio vivente della natura; così arriva a conoscere se stessa. In questo modo si crea una attività mentale vibratoria, per mezzo della quale la GRANDE REALTà contempla le sue infinite immagini, lo scenario cosmico. Questa attività che esce dalla periferia per dirigersi al centro, viene chiamata MENTE UNIVERSALE. Tutti viviamo sommersi nell’oceano infinito della MENTE UNIVERSALE. L’attività intellettuale della MENTE UNIVERSALE emana una forza centripeta. Ad ogni azione segue una reazione; è logico che la forza centripeta, trovando resistenza al centro, reagisca e crei una attività centrifuga chiamata ANIMA COSMICA. Questa Anima vibratoria risulta essere un mediatore tra il centro e la periferia, tra lo Spirito Universale di Vita e la materia, tra la GRANDE REALTà e le sue IMMAGINI COSMICHE.

IL GRANDE MAESTRO PARACELSO ha detto: “L’ANIMA È IL PRODOTTO DELL’AZIONE CENTRIFUGA DELL’ATTIVITà UNIVERSALE, SPINTA DALL’AZIONE CENTRIPETA DELL’IMMAGINAZIONE DELL’UNIVERSO”.

L’ESSERE UMANO, attualmente, ha nel suo FANTASMA ASTRALE solo un embrione di Anima, però questo embrione deve rinvigorirsi ed AUTORISVEGLIARSI. Il risveglio della COSCIENZA COSMICA nell’uomo è l’avvenimento più grandioso dell’Universo.

In questi momenti la GRAN LOGGIA BIANCA è profondamente preoccupata per il risveglio della Coscienza umana. Gli ADEPTI lottano intensamente per insegnare all’essere umano ad uscire VOLONTARIAMENTE in CORPO ASTRALE; vogliono che la gente si risvegli. Qualunque cosa vada contro questa GRAN LEGGE è delitto. L’OBBIETTIVO della discesa dello Spirito nella materia è: CREARE L’ANIMA e diventare AUTOCOSCIENTE di se stesso. Quando dirigiamo il potere mentale all’interno del nostro centro intimo, la resistenza che troviamo internamente causerà una reazione e quanto più vigorosa sarà la forza centripeta che applichiamo, tanto più vigorosa sarà la forza centrifuga che ne risulterà. Così fabbrichiamo l’ANIMA, così l’EMBRIONE D’ANIMA si rafforzerà; un giorno, infine, quando saremo NATI come SERPENTI-UCCELLO, ASSORBIREMO E ASSIMILEREMO TOTALMENTE NEL NOSTRO CORPO ASTRALE LA TOTALITà DELL’ANIMA.

È URGENTE IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA; chi impara ad USCIRE VOLONTARIAMENTE in CORPO ASTRALE può studiare ai piedi dei GRANDI MAESTRI DI SAGGEZZA. Nel MONDO ASTRALE troveremo il nostro GURU, che ci istruirà nei Grandi Misteri.

Per provare la gioia di visitare i GIARDINI del paradiso, abbiamo bisogno di abbandonare la paura; per avere la gioia di entrare nei templi della LUCE DORATA, è necessario abbandonare la paura. Lì ci siederemo ai piedi dei GRANDI MAESTRI DELLA LOGGIA BIANCA, lì ci fortificheremo per il duro sentiero. Lungo il cammino è necessario fortificarsi, riposarsi, ricevere l’istruzione diretta dalle labbra del nostro GURU; egli, come Padre amoroso, ci aspetta sempre in corpo astrale per consolarci. GLI ADEPTI SONO VERI SERPENTI VOLANTI.

V.M. Samael Aun Weor

Tratto da: il Matrimonio Perfetto (Scarica il Libro completo o Leggi altri Capitoli)

La Grande Battaglia – V.M. Samael Aun Weor

s michele lucifero
San Michele scaccia Lucifero – Lorenzo Lotto

In Geremia, capitolo 21, versetto 8, si legge: «Ecco che io metto davanti a voi due vie: quella della vita e quella della morte». L’uomo e la donna possono utilizzare il contatto sessuale, le delizie dell’amore e dei baci per trasformarsi in Dei o in Demoni. Fin dai primordi della vita esiste una grande battaglia tra le potenze della luce e le potenze delle tenebre. La radice segreta di questa battaglia è nel sesso. Esiste la corretta interpretazione dei misteri del sesso. Esiste la falsa interpretazione dei misteri del sesso. I Maghi Bianchi non spargono mai il seme. I Maghi Neri spargono sempre il seme. I Maghi Bianchi fanno salire i l serpente igneo dei nostri magici poteri lungo il canale midollare. I Maghi Neri fanno scendere il serpente verso gli inferni atomici dell’uomo. Gli Dei e i Demoni vivono in eterna lotta. Gli Dei difendono la dottrina della castità. I Demoni odiano la castità. La radice del conflitto tra Dei e Demoni è nel sesso. La grande battaglia si realizza nella luce astrale. Essa è il deposito di tutte le forme passate, presenti e future della grande natura. La luce astrale è l’azoto e il magnesio degli antichi alchimisti, il drago volante di Medea, l’I.N.R.I. dei Cristiani, il tarocco dei Boemi. La luce astrale è un fuoco terribilmente sessuale, staccatosi dall’aureola del sole e fissatosi sulla terra per la forza di gravità e per il peso dell’atmosfera. È il sole che attrae e respinge questa luce incantatrice e deliziosa. La luce astrale è la leva di Archimede. Il vecchio saggio disse: «Datemi un punto d’appoggio e muoverò l’Universo». Il seme è l’astrale liquido dell’uomo. La luce astrale è nel seme. Il seme è la chiave di tutti i poteri e la chiave di tutti gli imperi. La luce astrale ha due poli, uno positivo, l’altro negativo. Il serpente che sale è positivo. Il serpente che scende è negativo. Quando sale, è il serpente di bronzo che sanava gli Israeliti nel deserto. Quando scende, è il serpente tentatore dell’Eden. Quando sappiamo adorare e baciare con tenerezza infinita e castità suprema, il serpente sale. Quando godiamo ardentemente della lussuria e versiamo la coppa, il serpente, ebbro di follia, precipita verso gli inferni atomici dell’uomo. Nella regione della luce dimorano gli esseri che si adorano. Nella regione delle tenebre vivono le anime che si ubriacano con il calice della lussuria e che dopo essersi ubriacate, versano la coppa. Queste anime si consumano nel fuoco della loro stessa lussuria. La terra è governata da Cristo e da Jahvéh, che vivono in eterna lotta. Cristo è il capo degli Dei. Jahvéh è il capo dei Demoni. Jahvéh è quel Demonio terribilmente perverso che tentò il Cristo sulla montagna e che, per indurlo in tentazione, gli diceva:
«Itababo: se ti inginocchi e mi adori, ti consegnerò tutti i regni di questo mondo». E Cristo, rispondendo, gli diceva: “Satana, Satana, è scritto, il Signore Dio tuo non tenterai e solo a lui obbedirai”». Jahvéh è un Angelo caduto terribilmente perverso. Jahvéh è il genio del male. Cristo è il capo della Gran Loggia Bianca, e Jahvéh, sua antitesi, è il capo della Gran Loggia Nera. Le potenze della luce e quelle delle tenebre vivono in eterna lotta e questa lotta ha la sua radice nel sesso. Il seme è il campo di battaglia. Nel seme lottano a morte gli Angeli e i Demoni. L’osso midollare del grande conflitto tra Angeli e Demoni è il sesso. È lì il problema. È lì la radice di tutte le dottrine bianche e nere. Cristo ha il suo programma d’azione. Jahvéh ha il suo. Gli eletti seguono il Cristo. La grande maggioranza degli esseri umani segue fanaticamente Jahvéh, ma tutti si nascondono dietro la croce. Nella luce astrale si combattono reciprocamente le colonne degli Angeli e quelle dei Demoni. Di fronte ad ogni Angelo c’è un Demonio. Ogni essere umano ha il suo doppio. Ecco uno dei misteri delle anime gemelle. I Lama dicono che Devahdet fu fratello e rivale di Buddha. Devahdet è il re dell’Inferno. Il doppio è simile in tutto al suo doppio. I doppi sono analoghi, hanno le stesse tendenze, con le differenze delle analogie dei contrari. Di fronte ad un astrologo bianco esiste un astrologo nero. Se un Maestro insegna magia sessuale Bianca, il suo doppio insegnerà magia sessuale Nera. I doppi sono simili in tutto, ma antitetici. La fisionomia e il corpo dei doppi sono simili perché sono gemelli. Questo è uno dei grandi misteri dell’Occultismo. Ogni anima bianca ha un doppio nero, un’anima contraria che la combatte in continuo antagonismo. L’amore e il contro-amore si combattono reciprocamente. Anael è l’Angelo dell’Amore. Lilith è il suo doppio tenebroso. Lilith rappresenta il contro-amore. Nei tempi antichi, il grande teurgo Giamblico invocò questi due geni. Uscirono allora da un fiume due bambini, l’amore e il contro-amore, Eros e Anteros, Anael e Lilith. La folla, presente al miracolo di Giamblico, si prostrò davanti al grande teurgo. Il discepolo del sentiero roccioso che conduce al Nirvana, va totalmente in estasi quando ha la fortuna di contemplare Anael, l’Angelo dell’Amore. Anael è un grazioso fanciullo dell’aurora e si presenta a chi lo sa invocare. In presenza dell’Angelo dell’Amore ci sentiamo ritornare alla perduta innocenza dell’Eden. La chioma di Anael sembra una cascata d’oro che scende sulle spalle alabastrine. Il viso dell’Angelo dell’Amore ha il roseo colore dell’aurora. Anael veste con una tunica bianca ed è di una bellezza indescrivibile. Anael è l’Angelo della musica e dell’amore, l’Angelo della bellezza e della tenerezza, il delizioso Cupido degli innamorati, l’estasi di ogni adorazione. Lilith, il fratello rivale di Anael, è la sua antitesi fatale. È un bambino terribilmente maligno, è l’Angelo infernale di tutte le grandi delusioni amorose, è un monarca degli inferi atomici dell’uomo. Lilith non può resistere allo sguardo dell’Angelo dell’Amore, però è l’ombra di quest’Angelo. Lilith ha l’aspetto di un bambino terribilmente maligno. Capelli disordinati e stinti, viso maligno e tunica di color nero e azzurro ci parlano chiaramente di un mondo di crudeltà e di amarezza. Anael rappresenta il raggio positivo di Venere. Lilith rappresenta il raggio negativo di Venere. Secondo la tradizione dei grandi cabalisti, Adamo aveva due spose, Lilith e Nahemah. Lilith è la madre degli aborti, della pederastia, della degenerazione sessuale, dell’omosessualità, degli infanticidi, ecc. Nahemah è la madre dell’adulterio. Nahemah seduce con l’incanto della sua bellezza e della sua verginità.
Quando un uomo è infedele verso la sposa che i Signori della Legge gli hanno assegnato riceve un marchio luciferico tra le sopracciglia. Quando l’uomo si sposa con una donna che non gli appartiene, quando realizza un matrimonio che viola la legge, è facile riconoscere l’errore perché il giorno delle nozze la promessa sposa appare calva. Si copre tanto la testa con il velo, che non le si vedono i capelli. La donna fa questo in modo istintivo. In lei la chioma è il simbolo del pudore e nelle nozze di Nahemah è proibito l’uso dei capelli. Questa è la Legge. Gli Angeli della luce e gli Angeli delle tenebre vivono in eterna lotta. La radice della grande battaglia tra le potenze della luce e le potenze delle tenebre è nel sesso. Ogni pianeta ha due polarità in accordo con la Grande Legge. Il raggio positivo di Marte è rappresentato dall’Elohim Gibor, quello negativo dal doppio di questo Elohim. Questo doppio si chiama Andramelek. Il perverso demone Andramelek è ora reincarnato in Cina. Il capo supremo del raggio positivo della Luna è Jehovah. Chavajoth è esattamente la sua antitesi, il fratello rivale. Jehovah dirige il raggio positivo della Luna. Chavajoth dirige quello negativo. Jehovah insegna la magia sessuale Bianca, Chavajoth insegna la magia sessuale Nera. Ci sono due lune: la luna bianca e la luna nera. Nelle due lune sono rappresentate le forze femminili universali della sessualità. La creazione avviene mediante i processi evolutivi del suono. Il suono è l’espressione della sessualità. Gli Angeli creano con il potere sessuale della laringe creatrice. Il suono primordiale immanifestato, attraverso i suoi incessanti processi evolutivi, arriva a trasformarsi in forme energetiche di materia densa stabilizzata. Il suono primordiale immanifestato è la voce sottile. Esso contiene in se stesso le forze sessuali maschili-femminili. Queste forze si moltiplicano e si complicano a seconda della nostra discesa negli abissi difficili della materia. Il polo positivo del suono è la forza meravigliosa che ci attrae verso l’Assoluto Immanifestato, dove regna solo la felicità. Il polo negativo del suono è la forza tenebrosa che ci attrae in questa valle di amarezze. Il polo positivo è solare, Cristico, divino. Il polo negativo è lunare ed è rappresentato dalla luna. L’ombra della luna bianca è Lilith. L’origine della fornicazione è in Lilith. L’origine della individualità separata è in Lilith. L’origine dell’io è la luna nera. La luna nera è Lilith. Jehovah lavora con la luna bianca. Chavajoth lavora con la luna nera. La creazione dell’universo fenomenico è impossibile senza l’intervento delle forze lunari, disgraziatamente intervengono le forze tenebrose della luna nera che danneggiano la creazione. Il sole e la luna rappresentano i poli positivo e negativo del suono. Il sole e la luna danno origine alla creazione. Il sole è positivo e la luna negativa. Il sole è lo sposo, la luna è la sposa. Il diavolo Lilith si intromette tra i due e danneggia la Grande Opera. Come è sopra, così è sotto. L’uomo è il sole e la donna la luna. Lilith è il Satana che li seduce entrambi e li porta alla fornicazione e all’abisso. Lilith è la luna nera, l’aspetto oscuro della luna bianca, l’origine dell’io e dell’individualità separata. Jehovah non ha corpo fisico. Chavajoth ha corpo fisico. Questi è ora reincarnato in Germania. Si fa passare per veterano di guerra e lavora per la Gran Loggia Nera. Nei mondi interni, il Mago Nero Chavajoth indossa una tunica rossa e usa un turbante rosso. Questo Demonio coltiva i misteri della magia sessuale Nera in una caverna tenebrosa. Ha molti discepoli europei. Jehovah normalmente vive nell’Eden. L’Eden è il mondo etereo. Chi torna all’Eden è ricevuto dal Signore Jehovah. La porta dell’Eden è il sesso.
Nell’astrale esistono templi di luce e di tenebre e dove la luce brilla più chiara, le tenebre diventano più dense. In Spagna, in Catalogna, c’è un tempio meraviglioso in stato dei Jina. È il tempio di Montserrat. In questo tempio è custodito il Santo Grial, il calice d’argento nel quale Gesù, il Cristo, bevve il vino nell’ultima cena. Nel Santo Grial è contenuto il sangue coagulato del Redentore del Mondo. Narra la tradizione che il senatore romano Giuseppe d’Arimatea riempì questo calice con il sangue reale, ai piedi della croce del Salvatore. Il sangue sgorgava dalle ferite dell’Adorabile e il calice si riempì. Nel tempio di Montserrat vive un gruppo di Maestri della Gran Loggia Bianca. Sono i cavalieri del Santo Grial. In altri tempi, il tempio di Montserrat e il Santo Grial erano visibili a tutti. Più tardi si resero invisibili. Il tempio e il Santo Grial si trovano ora in stato di “Jina”, essendosi immersi nell’iperspazio. Attualmente possiamo visitare il tempio in corpo astrale o anche in corpo fisico in stato di “Jina”. Un corpo fisico può essere tolto dal mondo tridimensionale e posto nella quarta dimensione. Si può realizzare tutto questo mediante l’uso sapiente dell’iperspazio. Presto l’astrofisica dimostrerà l’esistenza dell’iperspazio. Le tribù indigene dell’America conobbero a fondo la scienza Jina. In Messico i “cavalieri tigre” sapevano mettere il loro corpo fisico nell’iperspazio. In America esistono lagune, montagne e templi in stato dei Jina. Il tempio di Chapultepek, in Messico, si trova in stato dei Jina. (È posto nell’iperspazio). Il Maestro Huiracocha ricevette l’Iniziazione in questo tempio. Presso ogni tempio di luce esiste un tempio di tenebre. Dove la luce risplende di più, lì, per contrasto, le tenebre cambiano d’aspetto, diventano più dense. I cavalieri del Grial Bianco devono inevitabilmente lottare contro i cavalieri del Grial Nero. Il salone della stregoneria situato in Spagna, a Salamanca, è l’antitesi fatale del tempio di Montserrat. Studiamo questa curiosa analogia dei contrari. Il tempio del Grial Bianco è uno splendido monastero della Gran Luce. Il tempio di Salamanca è uno splendido monastero delle tenebre. Il monastero di Montserrat ha due piani. Il salone della stregoneria ha pure due piani. Il tempio di Montserrat è circondato di giardini belli e deliziosi. Il salone della stregoneria è pure circondato di romantici giardini dove ogni fiore esala un alito di morte. Entrambi gli edifici sono splendidi. In entrambi si parla del bene, della verità e della giustizia. In entrambi i templi regna ordine e cultura. Nell’uno e nell’altro si parla di santità e d’amore. Questo sarà causa di meraviglia per il lettore, che si chiederà: com’è possibile che nei templi del male si parli di santità e d’amore? Per favore, non turbarti, amato lettore. Ricorda, fratello, che i cavalieri del Grial Nero sono lupi travestiti da pecore. Agli adepti della mano sinistra piace eiaculare il seme cristonico, per questo sono Maghi Neri. La loro filosofia è la filosofia della fatalità. Per loro tutto il bene è male. Per loro tutto il male è bene. La dottrina di Jahvéh per loro è divina. La dottrina del Cristo per loro è diabolica. I signori delle tenebre aborrono il Cristo. I figli dell’abisso aborrono la Madre Divina. Nelle loro regioni attaccano violentemente tutti quelli che invocano la Madre Divina o il suo amatissimo Figlio. Se il ricercatore occultista penetra in corpo astrale nel salone della stregoneria, s’imbatterà inevitabilmente in bellissime ed eleganti scale a spirale che lo condurranno nel luogo più segreto del salone, elegante ed arredato splendidamente con tutto il lusso delle dimore gentilizie del secolo XVIII. Lì risplendono specchi da mille e una notte, tappeti incantati e tutta la bellezza maligna di Nahemah. Il governatore di questa dimora della fatalità è Don Raimondo Rubifero, distinto cavaliere del Grial Nero, orribile Demonio delle tenebre.
Disgraziati quei discepoli che visitano il salone della stregoneria. La bellezza fatale di Nahemah li sedurrà con tutta la deliziosa magia dei suoi incanti; in tal caso rotoleranno nell’abisso, dove si ode solo il pianto e lo stridor di denti. Meglio sarebbe per loro non essere nati o appendersi al collo una macina da mulino e gettarsi in fondo al mare. Nel tempio di Montserrat risplende la gloria del calice d’argento con il sangue del Redentore del mondo. Nel tempio di Salamanca risplendono le tenebre del Grial Nero. Nel tempio di Montserrat si celebrano feste cosmiche. Nel tempio di Salamanca si celebrano balli profani e cose nauseanti. I cavalieri del Santo Grial adorano il Cristo e la Madre Divina. I cavalieri del Grial Nero adorano Jahvéh e l’ombra fatale della Grande natura. Questa ombra si chiama Santamaria. Il regno di Santamaria è l’abisso. La grande battaglia tra le potenze della luce e le potenze delle tenebre è antica come l’eternità. L’osso midollare della grande battaglia è il sesso. I Maghi Bianchi vogliono far salire il serpente. I Maghi Neri vogliono far scendere il serpente. I Maghi Bianchi seguono il sentiero del Matrimonio Perfetto. I Maghi Neri amano l’adulterio e la fornicazione. Esistono Maestri della Gran Loggia Bianca. Esistono Maestri della Gran Loggia Nera. Esistono discepoli della Gran Loggia Bianca. Esistono discepoli della Gran Loggia Nera. I discepoli della Gran Loggia Bianca sanno muoversi coscientemente e positivamente in corpo astrale. Anche i discepoli della Gran Loggia Nera sanno viaggiare in corpo astrale. Tutti noi da bambini abbiamo ascoltato molti racconti di streghe e di fate. Da sempre le nostre nonne ci hanno raccontato storie di streghe che a mezzanotte, a cavallo delle loro scope, viaggiano tra le nuvole. Sebbene a molti studenti di Occultismo, Teosofia, Rosacroce, ecc., possa sembrare incredibile, queste streghe esistono realmente. Non montano in groppa alle scope, come credono le nonnine, ma sanno viaggiare nell’aria. Le cosiddette streghe viaggiano con il loro corpo di carne ed ossa attraverso lo spazio. Esse sanno utilizzare l’iperspazio per trasferirsi da un posto all’altro con il corpo fisico. Tra breve l’astrofisica scoprirà l’esistenza dell’iperspazio. Questo può essere dimostrato con l’ipergeometria. Quando un corpo si immerge nell’iperspazio, si dice di questo che è entrato in stato di “Jina”. Ogni corpo in stato di “Jina” sfugge alla legge di gravità. Allora fluttua nell’iperspazio. Esiste il volume e l’ipervolume. Le cosiddette streghe si muovono nell’ipervolume dello spazio curvo in cui viviamo. La curvatura dello spazio non appartiene esclusivamente al pianeta terra. La curvatura dello spazio corrisponde all’infinito spazio stellato. Se i cicloni costituiscono di per se stessi una prova del movimento di rotazione terrestre, è pure certo e perfettamente logico che la rotazione di tutti i soli, costellazioni e mondi è una prova concreta della curvatura dello spazio. Anche i Maghi Bianchi sanno mettere il loro corpo fisico in stato di “Jina”. Gesù camminò sulle acque del Mare di Galilea utilizzando intelligentemente l’iperspazio. I discepoli del Buddha, utilizzando l’iperspazio, potevano attraversare una roccia da parte a parte. In India esistono yogi che, utilizzando l’iperspazio, possono passare attraverso il fuoco senza bruciarsi. Pietro, utilizzando l’iperspazio, fuggì dalla prigione e si salvò dalla pena di morte. Il grande yogi Patanjali dice nei suoi aforismi che, praticando un Samyasi sul corpo fisico, questo diventa come di cotone e fluttua nell’aria. Un Samyasi consta di tre fasi: Concentrazione, Meditazione ed Estasi. Primo, lo yogi si concentra sul proprio corpo fisico; secondo, medita sul proprio corpo fisico provocando il sonno; terzo, totalmente in estasi, si solleva dal letto con il proprio corpo in stato di “Jina”. Allora penetra nell’iperspazio e, sfuggendo alla legge di gravità, fluttua nell’aria.
I devoti di Santamaria (streghe e fattucchieri) fanno lo stesso con le formule della Magia Nera. I Maghi Bianchi penetrano con il loro corpo in stato di “Jina” in una dimensione di tipo superiore. I Maghi Neri, con il corpo fisico in stato di “Jina”, entrano in una dimensione di tipo inferiore. In tutta la natura esiste un resto e una somma di dimensioni sempre infinite. Abbandoniamo una dimensione per penetrare in un’altra superiore o inferiore. Questa è la Legge. Il Regno di Santamaria è l’abisso dei falliti. Il Regno della Luce è la regione degli Dei. Nel Regno della Luce possono vivere solo quelli che hanno raggiunto la castità suprema. Nell’abisso la castità è un delitto, e la fornicazione diventa legge. Chi vedrà l’elegante salone di Jahvéh-Semo rimarrà abbagliato dal lusso e dall’allegria. Lì s’imbatterà in migliaia di Maghe nere dotate di una terribile bellezza maligna. L’anima inesperta che penetra in queste regioni del male, potrebbe smarrirsi nel sentiero dell’errore e cadere per sempre nell’abisso della perdizione. La bellezza maligna di Nahemah è pericolosa. Nei templi della luce vediamo solo amore e sapienza. I tenebrosi, qui, non possono entrare perché vivono in una dimensione di tipo inferiore. La bellezza di Nahemah è la fatalità. Coloro che tanto si amarono, quegli esseri che si giurarono eterno amore, avrebbero potuto essere felici. Disgraziatamente, incantati dalla bellezza di Nahemah, adorarono la donna altrui e caddero nell’abisso della disperazione. Nel salone di Jahvéh-Semo risplende fatalmente la bellezza di Nahemah. I Maghi Neri hanno un simbolo sacro. Questo simbolo è il catino di rame. I Maghi Bianchi hanno come simbolo sacro la Santa Croce. Quest’ultima è fallica. L’inserzione del fallo verticale nell’utero formale forma la croce. La croce ha il potere di creare. Non può esserci creazione senza il segno della Santa Croce. S’incrociano le specie animali, s’incrociano gli atomi e le molecole per perpetuare la vita. Le rose benedette della spiritualità fioriscono nella Croce del Matrimonio Perfetto. Il Matrimonio Perfetto è l’unione di due esseri, uno che ama molto e l’altro che ama meglio. L’amore è la migliore religione che il genere umano possa raggiungere. I Maghi Neri odiano il Matrimonio Perfetto. La bellezza fatale di Nahemah e i crimini di Lilith sono l’antitesi fatale del Matrimonio Perfetto. Il Mago Bianco adora il Cristo interno. Il Mago Nero adora Satana. Costui è l’io, il me stesso, l’ego che ritorna. In realtà, l’io è lo stesso spettro della soglia. Esso ritorna incessantemente per soddisfare i desideri. L’io è memoria. Nell’io ci sono tutti i ricordi delle nostre passate personalità. L’io è Ahriman, Lucifero, Satana. Il nostro Reale Essere è il Cristo interno. Il nostro Reale Essere è di natura universale. Il nostro Reale Essere non è nessun genere di io superiore o inferiore. Il nostro Reale Essere è impersonale, universale, divino; trascende ogni concetto di io, me stesso, ego, ecc. Il Mago Nero fortifica il suo Satana e in lui fonda il proprio potere fatale. La forma e la dimensione di Satana dipendono dal grado di malignità umana. Quando entriamo nel sentiero del Matrimonio Perfetto Satana perde volume e bruttezza. Bisogna dissolvere Satana. Questo è possibile solo con il Matrimonio Perfetto. Abbiamo bisogno di elevarci allo stato angelico. Questo è possibile solo praticando magia sessuale con la sposa-sacerdotessa. Gli Angeli sono uomini perfetti. Esistono due tipi di magia sessuale, la Bianca e la Nera, la positiva e la negativa.
La magia sessuale con eiaculazione del seme è Magia Nera. La magia sessuale senza eiaculazione del seme è Magia Bianca. I Bonzi e i Dugpa dal cappuccio rosso eiaculano il seme, che poi accolgono dalla vagina. Questo seme, mescolato con il liquido sessuale femminile, è riassorbito nuovamente dall’uretra attraverso un procedimento tenebroso. Il risultato fatale di questo tantrismo nero è il risveglio della serpe in forma assolutamente negativa. In questo caso essa, invece di salire per il canale midollare, scende verso gli inferni atomici dell’uomo. È l’orribile coda di Satana. Con questo procedimento Bonzi e Dugpa si separano dal Cristo interno e sprofondano nell’abisso spaventoso per sempre. Nessun Mago Bianco eiacula il seme. Il Mago Bianco percorre il sentiero del Matrimonio Perfetto. Bonzi e Dugpa dal cappuccio rosso vogliono, attraverso questo procedimento fatale, unire gli atomi solari e lunari per risvegliare il Kundalini. Il risultato della loro ignoranza è la separazione dal Dio interno per sempre. I Maghi Bianchi mescolano gli atomi solari e lunari dentro il loro stesso laboratorio sessuale. Per questo è il Matrimonio Perfetto. Benedetta sia la donna. Benedetto sia l’amore. La grande battaglia tra Maghi Bianchi e Neri ha la sua radice nel sesso. Il serpente tentatore dell’Eden e il serpente di bronzo che sanava gli Israeliti nel deserto, si combattono reciprocamente. Quando il serpente sale, diventiamo Angeli, quando scende, diventiamo Demoni. Durante la magia sessuale i tre soffi dell’Akasha puro, che fluiscono per il cordone brahmanico, si rafforzano. Quando il Mago sparge il seme perde trilioni di atomi solari, sostituiti da trilioni di atomi diabolici, che gli organi sessuali raccolgono con il loro movimento nervoso, susseguente allo spargimento del seme. Gli atomi satanici tentano allora di salire al cervello attraverso il cordone Brahmanico ma i tre soffi dell’Akasha li precipitano nell’abisso. Quando urtano contro il Dio atomico nero che è nel coccige, la serpe si sveglia e si dirige verso il basso per formare, nel corpo astrale, la coda del Diavolo. Gli Angeli sono uomini perfetti. Per elevarsi allo stato angelico è necessario il Matrimonio Perfetto. I Demoni odiano il Matrimonio Perfetto. I Demoni sono uomini perversi. Esistono due Magie Sessuali, la bianca e la nera. Quelli che praticano magia sessuale Bianca nella vita non spargono mai il seme. Quelli che praticano magia sessuale Nera spargono il seme. I Bonzi e i Dugpa della Loggia Nera del Tibet spargono il seme. Questi tenebrosi, dopo aver versato il seme, lo raccolgono con uno strumento speciale dalla vulva femminile. Poi lo riassorbono attraverso l’uretra, facendo uso di un potere nero, una varietà del Vajroli Mudra che non divulghiamo per non diffondere la scienza fatale delle tenebre. I Maghi dell’ombra credono, in questo modo, di mescolare gli atomi solari e lunari per risvegliare il Kundalini. Il risultato è che i fuochi spinali, invece di salire per il canale midollare, scendono verso gli inferni atomici dell’uomo e si trasformano nella coda di Satana. I Maghi Bianchi mescolano gli atomi solari e lunari dentro lo stesso laboratorio sessuale, senza commettere il crimine di spargere il liquido seminale. Così il Kundalini si sveglia positivamente e sale vittorioso per il canale midollare. Questo è il cammino angelico. Il Mago Bianco aspira allo stato angelico. I signori dalla faccia tenebrosa vogliono raggiungere il grado di anagarika.
Le anime che seguono il sentiero del Matrimonio Perfetto si fondono con il loro Dio interno e si elevano al regno del superuomo. Le anime che odiano il sentiero del Matrimonio Perfetto si separano dal loro Dio interno e s’immergono nell’abisso. Il Mago Bianco fa salire l’energia sessuale all’interno dei cordoni simpatici del midollo spinale. Questi due cordoni s’attorcigliano nel midollo spinale formando il Santo Otto. Sono i due testimoni dell’Apocalisse. «Riempi il tuo calice con il vino sacro della luce, fratello! Ricorda che il calice è il cervello. Hai bisogno della vista dell’aquila e delle ali ignee». I tenebrosi lottano per toglierti dal cammino reale. Sappi che i tre pericoli più gravi, che accecano gli studenti, sono i medium dello spiritismo, i falsi profeti e profetesse, e le tentazioni sessuali. Questo è il sentiero del filo del rasoio, questo sentiero è pieno di pericoli, dentro e fuori. Vivete all’erta e vigili come la vedetta in tempo di guerra. Non lasciatevi sorprendere da chi considera il sesso una funzione puramente animale, senza alcuna trascendenza spirituale. Di solito i falsi profeti odiano il sesso ed offrono dottrine romanzesche che sorprendono i deboli e che, dopo averli affascinati, li conducono nell’abisso. Non lasciatevi confondere dalle false parole dei tenebrosi, ricordate che i medium spiritisti servono di solito da veicolo alle entità nere. Queste si presentano ostentando santità e dando consigli contrari al sentiero del Matrimonio Perfetto. Di solito affermano di essere dei Gesù Cristo o dei Buddha, ecc., per ingannare gli ingenui. Guardatevi dalle tentazioni che vi insidiano. Siate prudenti e vigili. Ricordate che nel sesso si svolge la grande battaglia tra le potenze della luce e delle tenebre. Tutti quelli che entrano nel sentiero del Matrimonio Perfetto devono guardarsi attentamente da questi tre pericoli gravissimi. I tenebrosi lottano instancabilmente per fuorviarvi dal sentiero del Matrimonio Perfetto. Non lasciatevi sedurre da quelle dottrine sublimi che consigliano la dispersione del seme, perché appartengono alla Magia Nera. Il Re degli atomi diabolici aspetta nel coccige l’opportunità di risvegliare negativamente la serpe e di dirigerla verso il basso. Con lo spargimento del seme il Dio atomico nero riceve un formidabile impulso elettrico, sufficiente a risvegliare la serpe e a dirigerla verso gli inferni atomici dell’uomo. Così l’uomo si trasforma in Demonio. È così che cade nell’abisso.

Indice e Download : Il Matrimonio Perfetto- V.M. Samael Aun Weor

Capitolo successivo: L’Abisso